La compagnia farmaceutica Eisai ha recentemente annunciato che il farmaco Aricept® ha raggiunto l’enpoint primario nello studio 339, studio clinico di fase III condotto in Cina.
Secondo i risultati dello studio, condotto su pazienti affetti da Alzheimer, il trattamento con Aricept® permetterebbe un miglioramento statisticamente significativo per quanto concerne i punteggi totali di ‘Severe Impairment Battery’ e quindi un miglioramento nei confronti della dementia associata alla patologia.

Gli eventi avversi più comunemente osservati sono stati bradicardia, anoressia, prolungamento dell'intervallo QT, capogiri, diarrea e perdita di peso.

 

Dal lancio di Aricept, Eisai ha lavorato per massimizzare il valore del farmaco attraverso lo sviluppo di nuove formulazioni e indicazioni, attraverso attività di sensibilizzazione della malattia per la diagnosi precoce e il trattamento, nonché attraverso il miglioramento delle tecniche diagnostiche.

Come creatore di Aricept, Eisai fa uno sforzo globale per migliorare il trattamento e la cura della malattia di Alzheimer, nonché per aumentare la consapevolezza del pubblico sulla patologia, al fine di contribuire ulteriormente a migliorare la qualità della vita dei pazienti con demenza.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni