Italian English French Spanish

Potrebbe essere utile nel trattamento dell'Alzheimer

Un gruppo di ricercatori dell'azienda farmaceutica Roche ha individuato un nuovo metodo per coadiuvare il passaggio di anticorpi attraverso la barriera emato-encefalica. Questa tecnica  potrebbe essere utilizzata, in futuro, nel trattamento del morbo di Alzheimer . In effetti il passaggio di molecole appartenenti al sistema immunitario attraverso la barriera emato-encefalica rappresenta da sempre un'importante sfida per il mondo scientifico. Tale barriera e' un'interfaccia selettiva che limita il movimento delle molecole tra il sistema nervoso centrale e il flusso sanguigno, impedendo contemporaneamente il passaggio di molecole-farmaco. Questo aspetto complica lo sviluppo di terapie efficaci per le malattie neurologiche.


Servendosi della  tecnologia "shuttle" i ricercatori del pRED - Roche Pharma Early Research and Development- sarebbero riusciti a trasferire gli anticorpi dal flusso sanguigno fin dentro il cervello dei modelli murini, facendogli attraversare la barriera emato-encefalica. La ricerca ha sfruttato il recettore della transferrina naturale (TfR) in una modalita' specifica, in grado di attivare un processo chiamato “transcitosi mediata da recettore” per il trasporto di molecole nel cervello. Tale strategia e' risultata essere associata ad un marcato miglioramento nella riduzione dell'amiloide nei cervelli dei topi affetti da Alzheimer.

Luca Santarelli, responsabile dell'area Neuroscience, Ophthalmology and Rare Diseases della Roche pRED, ha commentato così questo lavoro: "Grazie alla nostra sofisticata ingegneria proteica siamo stati in grado di progettare un sistema che sfrutta i meccanismi di trasporto naturali per aumentare sensibilmente il trasferimento di anticorpi in fase di sperimentazione nel cervello in modelli preclinici. Utilizzando la Roche's Brain Shuttle technology, l'attivita' sul bersaglio degli anticorpi in fase di sperimentazione nel cervello in un modello preclinico e' aumentata di oltre cinquanta volte".

Articoli correlati



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE

GUIDA alle esenzioni per malattie rare

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esentabili.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Amedeo Cencelli, 59 - 00177 Roma | Piva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan





PC | Unknown | Unknown | ?

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni