Usa - Un altro piccolo passo in avanti nella ricerca sulla malattia di Alzheimer. Stavolta si tratta della scoperta di un interruttore molecolare che può essere spento per ritardare l’insorgenza dell’Alzheimer o ridurne i danni cerebrali. Si tratta dell’enzima monoacilglicerolo lipasi (MAGL), scoperto da un team della University Health Sciences Center di New Orleans (Usa), grazie a uno studio condotto sui topi.


La ricerca, pubblicata su Cells Report suggerisce che l'inattivazione di MAGL riduca la produzione e l'accumulo di placche della proteina beta-amiloide, una delle cause dell’insorgenza della malattia di Alzheimer, abbassando i livelli di infiammazione a livello neuronale e migliora la memoria e le capacità di apprendimento.

 

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Partner Scientifici

Media Partner



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni