Per i pazienti con tumore al colon retto metastatico esiste oggi una terapia di seconda linea. Si tratta della combinazione di chemioterapia e afilbercept, farmaco recentemente approvato per questo trattamento dall’Fda, agenzia del farmaco statunitense.

Aflibercept, sviluppato da Sanofi e Regeneron Pharmaceuticals, è una proteina di fusione che blocca in modo altamente specifico e potente tutte le isoforme del fattore di crescita dell'endotelio vascolare (VEGF) e del fattore di crescita placentare (PlGF), anch’esso, al pari del VEGF, un regolatore chiave dell'angiogenesi patologica. Il farmaco, che combina la regione Fc dell’IgG1 umana con la regione extracellulare dei recettori del VEGF VEGFR1 e VEGFR2, è attualmente in studio come possibile trattamento per svariati tipi di tumori solidi ed è anche già stato approvato per la terapia.
L’approvazione del farmaco per il tumore del colon retto si basa sui dati dello studio VELOUR, un trial multicentrico, randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo.

Il farmaco è stato approvato ma è stato segnalato un possibile effetto collaterale grave. Può infatti causare sanguinamenti severi e lo sviluppo di perforazioni del tratto gastrointestinale.

A questo link è possibile consultare il Comunicato dell’Fda.



 

Sportello legale

L'esperto risponde

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni