Paolo Lionetti

Queste patologie esordiscono sempre più spesso in età pediatrica e il 30-40% dei piccoli pazienti soffre di problemi di crescita

In questi anni, i dati relativi alla prevalenza delle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali (MICI), ossia malattia di Crohn e colite ulcerosa, in Italia si sono attestati intorno alle 250mila persone. Tuttavia, da inizio anni 2000, si rileva un incremento di prevalenza di queste patologie e una loro diversa diffusione. Si è sempre trattato di condizioni tipiche dell'età giovanile, con un picco di esordio nella fascia tra i 15 e i 30 anni. Sono però in aumento i casi in età pediatrica e in popolazioni prima interessate solo marginalmente, come i soggetti con più di 60 anni e coloro che si sono trasferiti in Europa da Paesi africani, dove queste patologie immunomediate sono inesistenti.

Artrite psoriasica

Si tratta della seconda indicazione per il farmaco, già autorizzato per la psoriasi a placche

Roma – La Commissione Europea ha approvato risankizumab (nome commerciale Skyrizi), da solo o in associazione con metotrexato (MTX), per il trattamento dell’artrite psoriasica attiva negli adulti che hanno avuto una risposta inadeguata o una intolleranza a uno o più farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARD). Questa è la seconda indicazione per risankizumab e il rilascio dell'autorizzazione all'immissione in commercio sarà valido in tutti gli stati membri dell'Unione Europea, inclusi Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Irlanda del Nord.

Oltre il labirinto

L’iniziativa di Fondazione Oltre il Labirinto offre laboratori didattici di agricoltura per l’autonomia e l’integrazione sociale dei giovani pazienti

Sono oltre 600.000 le persone in Italia che soffrono di disturbo dello spettro autistico, un bambino ogni 77, in prevalenza maschi, con una percentuale di 4,4 maggiore rispetto alle femmine. Si tratta di un disturbo dello sviluppo che si manifesta nei primissimi anni di vita con gravi risvolti affettivi e cognitivi nel percorso di crescita di questi bambini: si presenta con un deficit persistente della comunicazione e dell’interazione sociale con comportamenti ripetitivi e interessi limitati. Le cause scatenanti sono poco conosciute e, ancora oggi, le persone con autismo hanno difficoltà nel ricevere una diagnosi tempestiva e ad accedere a terapie mirate e devono confrontarsi con un tessuto sociale poco adatto alle loro esigenze.

Tavolo di confronto sulla poliposi nasale

L’appello dei pazienti: inserire subito la malattia nell’elenco delle patologie croniche e invalidanti

Roma – La poliposi nasale è tipica della rinosinusite cronica, malattia assai comune, ma è spesso associata anche a malattie rare. Esiste un minimo comune denominatore: sintomi poco specifici e sottovalutati a lungo, diagnosi in ritardo e scarsa consapevolezza sull’impatto della qualità della vita, fino al punto che molti pazienti sono gestititi con protocolli non ottimali rispetto a quello che sarebbe possibile e spesso, quelli più gravi, rinunciano a curarsi per mancanza di risposte adeguate. Per questo oggi le diverse associazioni di pazienti che hanno al loro interno persone con questa patologia, insieme ai rappresentanti del mondo clinico, hanno partecipato a un tavolo di confronto con le istituzioni e alla presenza dei media, organizzato da Osservatorio Malattie Rare con il contributo non condizionate di Sanofi Genzyme. In rappresentanza dei pazienti hanno partecipato Alessandra Peres di Federasma e Allergie Odv, Deborah Diso di Respiriamo Insieme Onlus e Rossana Filisetti di Associazione Pazienti della Sindrome di Churg Strauss-EGPA.

Farmaci

A dimostrarlo i dati clinici dello studio clinico di Fase III PRIME2

Milano – Lo studio registrativo di Fase III che ha valutato dupilumab in adulti con prurigo nodularis ha raggiunto il suo endpoint primario e tutti i principali endpoint secondari, dimostrando che dupilumab è in grado di ridurre significativamente il prurito e le lesioni cutanee rispetto al placebo. La prurigo nodularis è una malattia infiammatoria cronica della pelle che causa prurito intenso e lesioni cutanee, con un fortissimo impatto negativo sulla qualità di vita dei pazienti.

BES TEST

Oltre 7.000 pazienti sono stati sottoposti all’innovativo test diagnostico, utile anche per il monitoraggio di una strategia terapeutica

Trieste – Nasce nel dipartimento di ingegneria e architettura dell’Università di Trieste il progetto per identificare le persone a rischio frattura a causa dell’osteoporosi e su cui si fonda il BES TEST® (Bone Elastic Structure Test): un nuovo esame basato sui raggi X, veloce e accurato. Si tratta di un esame diagnostico con un approccio assolutamente innovativo e unico al mondo che misura la qualità della struttura interna dell’osso, un metodo completamente diverso da quello della densitometria (MOC) che invece consiste in una valutazione radiografica di quanto calcio contenga lo scheletro. 

Ricerca

La decisione si basa sui dati di due studi clinici di Fase III. Se approvata, questa sarà la seconda indicazione per il farmaco nell’Unione Europea

Roma – Il Comitato per i Medicinali ad Uso Umano (CHMP) dell’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) ha rilasciato il parere positivo per l’approvazione di risankizumab (Skyrizi®), somministrato tramite iniezione sottocutanea, da solo o in associazione con metotrexato (MTX), per il trattamento dell’artrite psoriasica attiva negli adulti che hanno avuto una risposta inadeguata o una intolleranza a uno o più farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARD). Il parere positivo del CHMP costituisce una raccomandazione scientifica per il rilascio dell'autorizzazione all'immissione in commercio da parte della Commissione Europea.

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni