La ricerca in soccorso di 122mila casi l’anno. I test proposti dalla Società Italiana di Allergologia e Immunologia

Oggi essere celiaci può non essere più un grave problema sia medico sia sociale. La celiachia viene riconosciuta e conosciuta e la ricerca ci aiuta per una malattia “sociale” che desta comunque preoccupazione. Un italiano su cento non potrebbe mangiare pasta, pane, pizza, biscotti. Insomma tutti gli alimenti che contengono glutine, prodotti ad esempio con le farine di grano, orzo o segale. Pena svariate patologie, dal malassorbimento dovuto all'abbassamento dei villi intestinali fino a scompensi del sistema immunitario. Sono 122mila i casi accertati ogni anno, ma sono 600mila i "sommersi". Ci si nasce, celiaci, ma ci si diventa, anche.

Il diabetologo, direttore del Diabetes Research Institute (DRI), è in Italia per un ciclo di letture organizzato da Fondazione Sigma Tau

ROMA - L’Italia è un paese in grado di formare grandi scienziati, molti di questi oggi vivono e lavorano all’estero.  Fondazione Sigma-Tau ha deciso di guardare a loro e di ospitarli in Italia per un ciclo di letture scientifiche. Il primo ospite del 2013 mostra chiaramente l’alto livello degli scienziati scelti: è il prof. Camillo Ricordi, diabetologo di fama internazionale, Professore di Ingegneria Biomedica, Microbiologia e Immunologia presso l'Università di Miami e presidente del Diabetes Research Institute Federation.

La Federazione Italiana Medici Pediatrici avvia un percorso di formazione sul tema e promuove una rete integrata tra pediatri e specialisti

Sono quindicimila ogni anno i casi di artrite idiopatica giovanile, un numero altissimo di casi per una patologia che normalmente viene associata alla vecchiaia. Secondo FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri) il dato potrebbe essere addirittura sottostimato.
Le patologie reumatiche sono malattie croniche, spesso gravemente invalidanti. Un bambino su mille non curato oggi, può diventare un invalido di domani e nelle forme più gravi si può arrivare addirittura alla morte.

Nel paese scandinavo, con alta incidenza della malattia, l’indicazione è nelle linee guida per la nutrizione infantile

SVEZIA - La celiachia, nota anche come intolleranza al glutine, è una malattia cronica il cui unico trattamento è una permanente e rigorosa dieta priva di glutine, che comporta dunque l'esclusione dall'alimentazione di tutto ciò che contiene frumento, segale o orzo.
La malattia celiaca è molto più comune in Svezia che nel resto d'Europa e negli Stati Uniti. Fino al 1970 la celiachia era insolita e diagnosticata solo nello 0,001per cento dei bambini, ma tra il 1984 e il 1996 si è diffusa in Svezia una epidemia di malattia celiaca che ha colpito i bambini sotto i 2 anni di età.

Più del 30 per cento ha la malattia di Crohn

Almeno 200.000, è questo il numero di italiani affetti da malattie infiammatorie croniche intestinali, tanti quanti ne ha oggi una città come Trieste. Di questi circa 60.000 sono affetti dalla malattia di Crohn.  Sono questi gli allarmanti dati emersi al Primo Workshop di Economia e Farmaci per le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali svoltosi a Roma poche settimane fa.

I pazienti affetti da diabete, ipertensione, broncopneumopatia e altre patologie croniche potranno ricevere a casa propria cure specifiche e personalizzate, seguiti dal proprio medico di famiglia grazie ad un sistema di telemonitoraggio e ad una infrastruttura tecnologica messa a punto da Telbios.

Accrescere la competitività e l’innovazione italiane: il Laboratorio Prometeo del Rizzoli in un progetto finanziato dal MIUR e AIFA autorizza la Cell Factory a nuove terapie con staminali

Il Laboratorio PROMETEO dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, nodo della Rete Alta Tecnologia coordinata da ASTER, partecipa alla “Infrastruttura Italiana di Medicina Rigenerativa” (IRMI), vincitrice del bando per i Cluster tecnologici nazionali del Ministero dell’Università e della Ricerca all’interno del cluster ALISEI, promosso da tredici regioni Italiane, tra cui la Regione Emilia-Romagna. L’Infrastruttura ha ottenuto un finanziamento complessivo di oltre 10 milioni di euro.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni