Stiefel, una società di GSK, ha annunciato l'avvio di uno studio di fase III per valutare l'efficacia e la sicurezza della somministrazione sottocutanea di atumumab nei pazienti con pemfigo vulgaris, una malattia cutanea autoimmune rara. Lo studio globale valuterà la remissione della malattia nei pazienti con pemfigo vulgaris trattati con ofatumumab per via sottocutanea, come terapia aggiuntiva agli steroidi per via orale.
Pemfigo vulgaris è una rara, malattia cronica della pelle in cui le disfunzioni del sistema immunitario provocano la produzione di anticorpi che attaccano le cellule sane presenti nella pelle e nelle mucose membranose.

Durante la conferenza stampa “Artrite psoriasica: Ustekinumab da oggi disponibile per i pazienti affetti da questa patologia", che si è svolta il 7 ottobre scorso, è stato divulgato un documento di approfondimento su questa patologia. Di seguito viene riportato integralmente.
L’Artrite Psoriasica (AP) è una patologia articolare infiammatoria cronica caratterizzata da una artrite sieronegativa (cioè negativa per il fattore reumatoide) associata alla presenza di psoriasi cutanea e/o ungueale. Si tratta di una forma artritica, spesso grave e con tendenza progressiva, fino a determinare l’anchilosi (ovvero il blocco articolare) e l’osteolisi (perdita localizzata di tessuto osseo). La maggior parte delle persone sviluppa prima la psoriasi e poi l'artrite, ma può anche avvenire il contrario. La malattia colpisce più frequentemente la fascia di età compresa tra i 30 e i 50 anni e in ugual proporzione uomini e donne.

L’approvazione rende disponibile un nuovo trattamento biologico con meccanismo d’azione su nuovi target: interleuchina 12 e 23

Da oggi i pazienti affetti da artrite psoriasica possono avvalersi della terapia con ustekinumab, che ha recentemente ottenuto l’approvazione e la rimborsabilità a carico del Servizio Sanitario Nazionale per questa patologia.
“Grazie al suo innovativo meccanismo d’azione, ustekinumab agisce bloccando due citochine: l'interleuchina 12 e l'interleuchina 23. Si tratta di un nuovo asse che potrebbe avere un ruolo più importante nel trattamento dell’artrite psoriasica, rispetto ai farmaci biologici già disponibili che invece agiscono sugli inibitori del fattore di necrosi tumorale (TNF) – dichiara Ignazio Olivieri, Presidente SIRSocietà Italiana di Reumatologia.

Ricercatori in campo per l’identificazione di marcatori molecolari per la prevenzione di malattie cardiovascolari, Alzheimer e cancro, e la valutazione economica ed etica dell’uso di nuove tecnologie genomiche. Obiettivo è anche la formazione dei ricercatori nel settore della medicina personalizzata

Al via da gennaio 2015 all’Università Cattolica del Sacro Cuore – Policlinico A. Gemelli di Roma un maxi-progetto di ricerca e formazione a favore della prevenzione delle malattie croniche attraverso gli strumenti della medicina personalizzata, tagliata su misura del singolo paziente.
Finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020, il progetto - della durata di 48 mesi - è stato battezzato PRECeDI (Personalized pREvention of Chronic Diseases – prevenzione personalizzata delle malattie croniche) e verterà sia sulla ricerca di biomarcatori per la prevenzione di e delle malattie cardiovascolari, nonché di alcuni tumori come il cancro di testa e collo, sia sulla formazione dei ricercatori del consorzio.

E’ stato emesso e pubblicato sulla rivista Gut un consenso internazionale su classificazione, diagnosi e trattamento multidisciplinare delle fistole perianali in pazienti affetti dalla malattia di Crohn.  Quando la malattia colpisce la zona perianale, infatti, è molto difficile per i medici trovare modalità e farmaci per trattare il paziente in modo efficace. Scopo di tale consenso internazionale è proprio quello di aiutare i medici nell’intervento terapeutico, migliorando, così, la qualità di vita dei pazienti.

Oggi, mercoledì 1° ottobre, a Roma si è svolto un importante evento per la Prima Giornata Mondiale dell'Orticaria: il ballerino, stella della danza, Kledi Kadiu si è esibito con Federica Angelozzi in un emozionante e coinvolgente tango, cui è seguita la condivisione delle impronte su un wall allestito per l'occasione. L'Associazione Federasmaeallergie ha lanciato un preciso invito: "Lascia la tua impronta per la Giornata Mondiale dell'Orticaria". Basta collegarsi al sito web federasmaeallergie.org e condividere la 'manina', versione digital del tocco umano.

Secondo uno studio multicentrico e randomizzato di fase II, coordinato da Andrea Vaclavkova di Actelion Pharmaceuticals e pubblicato recentemente su The Lancet, il farmaco Ponesimod produrrebbe benefici clinici significativi per i pazienti affetti da psoriasi a placche cronica da moderata a grave.
Ponesimod è un modulatore selettivo orale del recettore della sfingosina 1-fosfato (S1P) che, secondo gli autori dello studio- “è stato associato a un miglioramento significativo degli outcome clinici rispetto al placebo” in sole 16 settimane.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni