Italian English French Spanish

Altre malattie croniche

Nascita associazione dermatite atopica1 paziente su 2 soffre di ansia e depressione, i sintomi sono prurito insopportabile nel 60% e disturbi del sonno nel 70% dei casi.

Quasi una persona su cinque affetta da dermatite atopica (nella forma grave) ha pensato al suicidio, oltre il quaranta per cento soffre di depressione o ansia, il dieci per cento ha difficoltà a mantenere un posto di lavoro. E’ l’impatto della malattia sulla qualità della vita delle persone, un esercito silenzioso di quasi 35 mila adulti e 7mila con forma grave.
Da oggi, per dare voce a questi pazienti e ai loro familiari, nasce AndeA, l’Associazione nazionale dermatite atopica. Presentata oggi a Roma in Senato, l’associazione vuole essere un punto di riferimento per i pazienti affetti da questa patologia. Presenti all’incontro anche il Sen. Luigi D’Ambrosio Lettieri Membro XII Commissione (Igiene e Sanità), Paola Pisanti Direzione Programmazione Ministero della Salute, Sandra Petraglia direttore Ricerca e Sperimentazione Clinica Aifa e diverse Società Scientifiche e associazioni di pazienti.

ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), GRUPPO ASPERGER (Associazione italiana dedicata alla sindrome di Asperger), ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Fanciulli ed Adulti Subnormali) e FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap) in occasione della giornata mondiale per la consapevolezza dell’autismo che si è celebrata ieri, 2 aprile, hanno divulgato un comunicato congiunto in cui vengono ricordati i passi in avanti che sono stati fatti per la presa in carico dei pazienti affetti dalla patologia, ma si sottolinea anche quanta strada ci sia ancora da fare.

Milano - Sanofi e Regeneron Pharmaceuticals, Inc. hanno annunciato di aver ricevuto l’approvazione da parte della Food and Drug Administration (FDA) statunitense di dupilumab, primo farmaco biologico approvato per il trattamento di adulti con dermatite atopica da moderata a grave, non adeguatamente controllata con trattamenti topici oppure quando questi trattamenti non siano indicati.

Milano – Novartis ha annunciato nei giorni scorsi nuovi dati che suggerirebbero per la prima volta che il secukinumab sia in grado di modificare la storia naturale della psoriasi moderata o severa, con conseguente raggiungimento di una cute priva di lesioni a lungo termine e in assenza di trattamento. Il secukinumab è il primo e unico inibitore della IL-17A per il quale sia stata riportata la potenziale capacità di modificare la storia naturale della malattia. Questi dati sono stati presentati al 13° congresso di dermatologia Annual Maui Derm for Dermatologists 2017, tenutosi a Maui (Hawaii).

Celgene ha presentato nei giorni scorsi a Roma, presso l’Ara Pacis, l’iniziativa di sensibilizzazione sull’artrite psoriasica 'Light On Psoriatic Arthritis', con l’intento di fare luce sul futuro dei pazienti, cambiandone le prospettive di salute e di qualità di vita. Il progetto coinvolgerà la cittadinanza attraverso un social contest che permetterà di attivare proposte per la riqualificazione luminosa di luoghi pubblici o di pubblica utilità (piazze, monumenti, vie), fino alla scelta di una proposta che diventerà oggetto di un intervento di valorizzazione luminosa. Entro il 30 giugno 2017 gli utenti della rete potranno caricare immagini dei luoghi che vorrebbero veder riqualificati e votare quelle già proposte. Un board di esperti indipendenti sceglierà poi l’intervento di 'rivitalizzazione luminosa' più meritevole tra quelli risultati maggiormente votati.

Milano – Entrano nello studio del dermatologo e chiedono un tuffo in piscina, una partita a calcetto e un vestito scollato. Questi i gesti al centro della campagna “Chiedi al tuo dermatologo”, un progetto di Novartis, con il patrocinio dell’Associazione per la Difesa degli Psoriasici (A.DI.PSO.) e delle Società Scientifiche ADOI (Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani) e SIDeMaST (Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse), che invita le persone affette da psoriasi a non accontentarsi e a chiedere al dermatologo nuove risposte per la propria pelle. Quelle citate sono solo alcune delle situazioni della vita quotidiana in cui la psoriasi può essere un ostacolo.

In Italia sono circa 200.000 le persone con Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali. Per ogni singolo paziente, si calcola una spesa sanitaria annua che si aggira intorno ai 20.000 euro

L'Istituto Giapponese di Cultura, a Roma, ha recentemente ospitato il Convegno 'Malattia di Crohn e colite ulcerosa: nuove soluzioni terapeutiche per due patologie croniche e invalidanti', un incontro, organizzato con il contributo non condizionato di Takeda, in cui istituzioni, clinici, sanitari, pazienti ed economisti hanno aperto un confronto reciproco per analizzare le criticità e valutare i modelli virtuosi di gestione di queste due patologie infiammatorie, allo scopo di individuare il migliore e più appropriato percorso terapeutico.



Practice to Policy® Health Awards

 Practice to Policy Health Awards

Practice to Policy® Health Awards è un premio bandito da Intercept Pharmaceuticals con l'obiettivo di sovvenzionare proposte e idee innovative mirate al sostegno delle persone affette da colangite biliare primitiva (CPB), una rara malattia autoimmune del fegato.

Le iscrizioni rimarranno aperte fino al 30 giugno 2017. Clicca QUI per ulteriori informazioni sull'iniziativa e sulle modalità di partecipazione.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Amedeo Cencelli, 59 - 00177 Roma | Piva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan





Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni