UE - La Commissione Europea ha approvato dapagliflozin, un nuovo trattamento per il diabete. Il farmaco, basato su un meccanismo d’azione innovativo in grado di agire in modo indipendente dall'insulina per rimuovere l'eccesso di glucosio nell'organismo, è ora indicato come trattamento in monosomministrazione orale giornaliera per migliorare il controllo glicemico nei pazienti con tipo 2.


Si tratta del primo di una nuova classe di farmaci contro il diabete che è quella degli ''inibitori dell'SGLT2'' (inibitore del cotrasportatore di sodio-glucosio di tipo 2) ad ottenere l'approvazione per il trattamento del diabete di tipo 2.
Dapagliflozin agisce a livello renale inibendo selettivamente la molecola SGLT2, rimuovendo nelle urine l'eccesso di glucosio e aiutando così a ridurre i livelli di zucchero nel sangue.

Bristol-Myers Squibb e AstraZeneca, produttori del farmaco, hanno ora richiesto l'approvazione di dapagliflozin in numerosi altri Paesi.

 

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni