Al via un’azione per affrontare il tema degli ictus evitabili causati dalla fibrillazione atriale

La Carta Globale del Paziente con Fibrillazione Atriale, sostenuto dalle società scientifiche e associazioni di pazienti internazionali, è stato presentato il 18 aprile presso il World Congress of Cardiology 2012 promosso dalla World Heart Federation.

In un appello mondiale senza pari, la Carta del Paziente e la campagna che lo sostiene Sign Against Stroke in Atrial Fibrillation (firma contro l'ictus da fibrillazione atriale), affronta questa crescente emergenza cardio-cerebro vascolare della sanità pubblica, anche se poco riconosciuta. La Carta mette a disposizione strategie e soluzioni in grado di evitare la morte o la disabilità per milioni di europei a causa di ictus derivanti da fibrillazione atriale, una patologia che non viene diagnostica e curata a sufficienza e che rappresenta un potenziale rischio di morte.

Soltanto in Europa, sono oltre sei milioni le persone che soffrono di fibrillazione atriale; si tratta di un'aritmia cardiaca ed è uno dei maggiori fattori di rischio responsabili di ictus, un evento che può provocare disabilità o  portare alla morte. La fibrillazione atriale  è caratterizzata da un ritmo cardiaco irregolare, con battiti spesso troppo veloci o troppo lenti, con conseguenti accumuli di sangue e formazione di coaguli che possono raggiungere il cervello e provocare  ictus gravi, spesso letali.
In un appello globale, le associazioni di pazienti e società scientifiche di tutto il mondo chiedono al pubblico, ai professionisti della salute e ai decisori politici di promuovere azioni in grado di evitare ictus gravi e devastanti correlati alla fibrillazione atriale. La popolazione viene incoraggiata a mostrare il proprio supporto sottoscrivendo la Carta e visitando il sito web della campagna www.signagainststroke.com.

"Un numero troppo elevato di vite viene distrutto perché le persone non scoprono in tempo di essere affette da fibrillazione atriale, se non dopo essere state colpite da un ictus," ha dichiarato Mellanie True Hills, fondatrice e CEO di StopAfib.org. "Dobbiamo garantire alle persone che le diagnosi siano fatte prima e che le cure siano tempestive ed efficaci per gestire la fibrillazione atriale e per evitare gli ictus. Stiamo chiedendo alle persone di tutto il mondo di visitare il nostro sito web e di sottoscrivere la Carta per far crescere la consapevolezza di questa condizione potenzialmente mortale e debilitante, in grado di distruggere le vite."

La campagna Sign Against Stroke in Atrial Fibrillation, mira a raccogliere firme da tutto il mondo a sostengo della Carta globale del Paziente con fibrillazione atriale e dei suoi "cinque consigli fondamentali:"

1.    Promuovere campagne di informazione pubblica che aumentino la consapevolezza dei primi sintomi della  Fibrillazione Atriale, sui fattori di rischio di ictus e sull’importanza del controllo della frequenza cardiaca  
2.    Fare in modo che la prevenzione e la cura degli ictus correlati alla fibrillazione atriale diventi una priorità del sistema sanitario nazionale
3.    Implementare a livello nazionale linee guida cliniche ampiamente accettate per il trattamento della fibrillazione atriale e degli ictus ad essa correlati
4.    Migliorare le conoscenze e la pratica clinica del personale sanitario miglioreranno la prevenzione, la diagnosi e la gestione della fibrillazione atriale e degli ictus ad essa correlati Tecnologie innovative che migliorino la prevenzione, la diagnosi e il trattamento delle persone con Fibrillazione Atriale  o a rischio di ictus ad essa correlati devono essere rese disponibili tempestivamente ed in maniera appropriata

"Bayer HealthCare sostiene con orgoglio questa campagna," ha commentato il Dr. Flemming Ornskov, di  Bayer HealthCare Pharmaceuticals. "Migliorare i risultati sui pazienti è estremamente importante. Tuttavia, è necessario che tutti lavorino insieme, pazienti, personale sanitario, decisori politici, organizzazioni non istituzionali e industria. Non è possibile conseguire questo risultato da soli."

La campagna Sign Against Stroke mira ad aumentare la consapevolezza della fibrillazione atriale e della necessità di prevenire ictus correlati ad essa incoraggiando tutti gli stakeholder interessati, compresa la popolazione , a visitare il stio www.signagainststroke.com e supportare la campagna con la sottoscrizione della Carta globale del paziente con fibrillazione atriale.

L’obiettivo di Sign Against Stroke è raccogliere 1,7 milioni di firme a sostegno della Carta, una per ognuno dei nonni, delle madri, dei padri, degli zii e delle zie che in base alle stime ogni anno vanno incontro alla morte o a disabilità per ictus causati da fibrillazione atriale.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni