Ipofosfatemia

Iscriviti alla Newsletter

Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare Buone notizie per chi è affetto da #HIV . Lo studio di Fase III BRIGHTE su fostemsavir in adulti con infezione da HIV-1 multitrattati, sono stati registrati miglioramenti nella soppressione virologica e nella risposta immunologica. I dettagli: bit.ly/2ZmSd6b pic.twitter.com/qaQw5fhbu8
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #Duchenne , sollevati dubbi di sicurezza sul farmaco golodirsen. L'azienda è già pronta a reagire e incontrarsi con Food and Drug Administration degli USA. bit.ly/2Hk6UfQ pic.twitter.com/lEpa6cQK2o
2 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Un team dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena ha pubblicato di recente, sulla rivista Journal of Neuro-Oncology, i risultati di uno studio in Fase II che mostrano i benefici di un chemioterapico su pazienti con glioma maligno in recidiva. #Cancro bit.ly/2NiVcGl pic.twitter.com/8mWd51boZx
3 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Le #malattierare sono tali solo singolarmente: in totale colpiscono oltre 350 milioni di persone in tutto il mondo, di cui circa la metà sono bambini. "Collaborazione" è il metodo più efficace per combatterle. L'approfondimento bit.ly/2ze3B5M pic.twitter.com/Uq9FkQt81v
3 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Tumore alla vescica, è il quarto più frequente negli uomini. Uno studio italiano valuterà l'impiego della radioterapia adiuvante. La sperimentazione è condotta dai ricercatori dell'Istituto Clinico dell'Humanitas di Milano. bit.ly/31I8K1W pic.twitter.com/8sce2yat4D
8 days ago.

L'Ulss 20 di Verona e GlaxoSmithKline insieme per il benessere dei pazienti

Al via a Verona un progetto per pazienti con Broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco). Un'attenta gestione delle risorse economiche, che assicuri la sostenibilità del sistema e al contempo offra al paziente e ai suoi familiari un miglior controllo della malattia a domicilio, è uno degli obiettivi dell'iniziativa che vede partner l'Ulss 20 e GlaxoSmithKline e che punta a sperimentare un modello di medicina d'iniziativa per la gestione del paziente con Bpco.

 

L'atto formale di avvio del progetto, che avrà durata biennale - si legge in una nota - si è celebrato il 16 marzo nella sede dell'unità sanitaria alla presenza del direttore generale, M. Giuseppina Bonavina, di Luc Debruyne, presidente e amministratore delegato di Gsk Italia, e di Flavio Tosi, sindaco di Verona e presidente della Conferenza dei sindaci.
Al centro del progetto il medico di medicina generale: starà a lui scegliere i propri pazienti ultra 65enni per avviarli a un percorso mirato di monitoraggio e valutazione ripetuto nel tempo. Il medico di base sarà anche il coordinatore di una serie di altri attori: il medico di distretto e lo specialista pneumologo ospedaliero, che interverranno in caso di necessità. Al loro fianco agiranno con funzione di supporto 4 infermieri, uno per distretto, punti di riferimento per offrire un'assistenza completa ai cittadini, eseguire i follow-up nei tempi stabiliti, e veicolare informazioni sulla gestione della malattia e sulle sane abitudini per ridurne l'impatto.

 

Il progetto prevede che siano seguiti 900 pazienti, selezionati in base a una serie di parametri clinici di inclusione da 30 medici di medicina generale operanti sul territorio. Le cartelle cliniche dei pazienti, compilate dai medici e dagli infermieri, viaggeranno su una piattaforma web. In qualsiasi momento l'accesso ai dati sarà consentito solo all'Ulss, a cui spetterà anche il compito di leggere e interpretare i risultati al termine del processo. L'iniziativa è destinata a malati della Ulss 20 veronese residenti in area metropolitana, che si affianca a quanto già in corso presso l'area dell'est veronese, coinvolta nel progetto Assistenza ricerca e cura per l'anziano (Arca), che vede l'ospedale di San Bonifacio interfacciarsi con l'assistenza territoriale della Ulss per la presa in carico e la continuità assistenziale degli anziani con patologie croniche.



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE (2019)

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esenti.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, ora aggiornata al 2019, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida (aggiornata ad aprile 2019).

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni