USA – Shire ha recentemente presentato alla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti una richiesta ufficiale di approvazione (NDA, New Drug Application) per una nuova formulazione di Vyvanse® (lisdexamfetamina dimesilato) in compresse masticabili. Il principio attivo è da tempo in vendita in capsule deglutibili per il trattamento del 'disturbo da deficit di attenzione e iperattività' (ADHD), uno dei più comuni disordini psichiatrici dell'età infantile.

La formulazione di Vyvanse in compresse masticabili è stata sviluppata per facilitare l'assunzione del farmaco da parte dei pazienti che hanno difficoltà a deglutire le compresse, soprattutto a causa della loro giovane età. La richiesta di approvazione inoltrata da Shire si basa sui risultati provenienti da due diversi studi clinici, in cui le compresse masticabili di Vyvanse hanno dimostrato di essere bioequivalenti alle capsule e di poter essere indifferentemente utilizzate in caso di digiuno o meno.

Negli Stati Uniti, Vyvanse è attualmente indicato sia per il trattamento dell'ADHD che del 'disturbo da alimentazione incontrollata' (BED, Binge Eating Disorder).

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il comunicato stampa aziendale.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni