Tumori della testa e del collo, la conoscenza in Europa è troppo bassa
Autore: Redazione,  15 Set 2011   

In Italia le associazioni dei pazienti riunite nella Fialpo corrono ai ripari con la campagna di informazione ‘Usa la testa’

“Usa la testa”. E’ il messaggio che lancia la FIALPO - Federazione Italiana delle Associazioni di Laringectomizzati e Pazienti Oncologici in occasione della I Giornata dell’informazione sui tumori della testa e del collo che si celebra il prossimo 17 settembre a Roma, Milano e in numerose altre città italiane. “L’obiettivo di questa Giornata è quello di far conoscere alla popolazione fattori di rischio e campanelli d’allarme di una patologia insidiosa, poco nota e sottostimata – ha dichiarato Maurizio Magnani, Presidente FIALPO e Direttore UO Otorinolaringoiatria Azienda “Istituti Ospedalieri” di Cremona – e di ridurre la percentuale di pazienti, oggi oltre l’80%, che si presenta alla diagnosi ad uno stadio localmente avanzato della patologia. Una maggiore attenzione ai sintomi ed una costante adesione ad un programma di screening migliorerebbe di certo la prognosi di questo tipo di tumore”.

Realizzata grazie al contributo incondizionato della Fondazione Cesare Serono e patrocinata dal Ministero della Salute, l’iniziativa ha ricevuto il conferimento di una Medaglia di Rappresentanza da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Presso gli stand allestiti a Roma e Milano i cittadini potranno incontrare i medici specialisti, mentre nei centri specializzati di numerose altre città italiane sono previste ulteriori iniziative di informazione, destinate a creare una maggiore consapevolezza e conoscenza di questa patologia che oggi occupa il sesto posto per diffusione al mondo tra le patologie oncologiche.
Infatti, da un’indagine condotta dalla European Head and Neck Cancer Society, sono emersi livelli di conoscenza estremamente bassi sui tumori della testa e del collo, sulla loro incidenza, i sintomi, i fattori di rischio e le parti del corpo colpite, a dimostrazione di come queste neoplasie siano ancora estremamente sconosciute.
In Italia, ad esempio, 3 persone su 5 non conoscono il termine “tumore della testa e del collo” e l’84 per cento degli intervistati considera erroneamente il cervello tra le parti del corpo che possano essere colpite da questa malattia oncologica.
La maggioranza degli intervistati riconosce fumo e alcol tra i fattori di rischio mentre solo il 16 per cento ritiene che il Papilloma Virus umano (HPV) possa dare origine ad un tumore del distretto cervico-facciale.

Grazie alla fondamentale adesione delle più importanti Società scientifiche impegnate nella cura di queste patologie saranno attivi, oltre agli stand che verranno allestiti a Roma e Milano, più di 50 Centri specializzati su tutto il territorio nazionale con la distribuzione di materiale informativo, colloqui con il pubblico ed incontri per i medici di base, nel periodo compreso tra il 17 e il 24 settembre.
“Da anni - ha dichiarato il Direttore Generale della Fondazione Cesare Serono, Gianfranco Conti – lavoriamo affinché trovi attuazione il principio della centralità della persona, uno dei cardini dell’Orientamento Costituzionale italiano per il quale il diritto alla salute è un elemento caratterizzante. Per questo motivo sosteniamo con entusiasmo l’iniziativa della FIALPO, certi che una migliore informazione ed una maggiore consapevolezza da parte di tutti i cittadini sulle cause ed i campanelli d’allarme dei tumori della testa e del collo possano contribuire a migliorarne la prevenzione e a favorirne la diagnosi”.
Oltre ai riconoscimenti ricevuti dal Presidente della Repubblica Italiana e dal Ministero della Salute, la Giornata ha ottenuto i seguenti patrocini: Segretariato Sociale della Rai, Assessorato alle Politiche Sociali e della Salute del Comune di Roma e Assessorato alle Politiche Sociali e Servizi per la Salute del Comune di Milano.
Anche importanti Associazioni di pazienti e Società scientifiche impegnate nella cura della patologia hanno concesso il patrocinio alla Giornata:
* AILAR (Associazione Italiana Laringectomizzati)
* AIOCC (Associazione Italiana Oncologia Cervico Cefalica)
* AIRO (Associazione Italiana Radioterapia Oncologica)
* AOI Onlus (Associazione Oncologia Italiana Mutilati della Voce)
* AOOI (Associazione Otorinolaringologi Ospedalieri Italiani)


Vuoi saperne di più? Consulta la nostra sezione TUMORI RARI.

 

Video storia


"Non riesco più a sorridere, ma vorrei continuare a farlo". La nuova campagna AISLA dedicata alla Sclerosi Laterale Amiotrofica

Orphanet-Newsletter

OrphaNews Europe, il bollettino quindicinale del Comitato dell’Unione Europea di Esperti in Malattie Rare (EUCERD), è ora anche in Italiano, grazie all’impegno di Orphanet Italia, al supporto di Genzyme Italia e alla collaborazione di MediArt promotion. Qui maggiori informazioni.

Segui O.Ma.R anche su

Blog Malattie Rare

Telemeditalia



Informazioni Mediche

Tutte le informazioni presenti nel sito non sostituiscono in alcun modo il giudizio di un medico specialista, l'unico autorizzato ad effettuare una consulenza e ad esprimere un parere medico.

Condividi

Facebook Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Seguici su...

Seguici su Facebook Facebook