Mieloma Multiplo

Il Mieloma Multiplo (MM) è un tumore del midollo osseo, più frequente negli uomini che nelle donne, che si presenta nella larga maggioranza dei casi dopo i 60 anni. La malattia è causata dal danneggiamento del DNA di alcune plasmacellule, cellule immunitarie che hanno la funzione di produrre anticorpi e difenderci dalle infezioni. Le cellule del mieloma sono caratterizzate dalla produzione in eccesso di un anticorpo, noto come paraproteina o Componente M, che viene rilevato nel siero del paziente e facilita la diagnosi. Inoltre, viene prodotta anche una grande quantità di citochine, segnali dell’infiammazione, che possono interferire con la formazione delle altre cellule del sangue o con la sintesi di osteoclasti, le cellule dell’osso, innescando fragilità e fratture ossee tipiche di questa forma tumorale.

Per ulteriori approfondimenti clicca qui

 



Mieloma multiplo: i consigli per ottimizzare il trattamento dei pazienti con insufficienza renale
Autore: Francesco Fuggetta,  23 Apr 2015   

L’insufficienza renale è una complicazione comune del mieloma multiplo. Si riscontra in circa il 20-25% dei pazienti alla diagnosi e fino al 50% durante il corso della malattia. La presenza di insufficienza renale peggiora la qualità della vita dei pazienti ed è stata associata ad un aumento della mortalità, anche se la prognosi dei pazienti dopo una terapia di induzione di successo è stata paragonata a quella dei pazienti con una normale funzione renale. Pertanto, il trattamento dei pazienti con mieloma multiplo e insufficienza renale è una sfida importante e dovrebbe mirare a raggiungere la remissione in una grande percentuale di pazienti.

Leggi tutto...
 
Mieloma multiplo recidivato: la terapia con carfilzomib, lenalidomide e desametasone migliora la sopravvivenza libera da progressione
Autore: Francesco Fuggetta,  22 Apr 2015   

Il lenalidomide associato al desametasone è un trattamento di riferimento per il mieloma multiplo recidivato. La combinazione dell’inibitore del proteasoma carfilzomib con lenalidomide e desametasone ha dimostrato efficacia in uno studio di fase 1 e 2 su questo tipo di tumore del midollo osseo.
Un gruppo di studiosi, fra i quali il prof. Antonio Palumbo, della Divisione di Ematologia dell’ospedale “Molinette” di Torino, ha confermato questa efficacia in un lavoro pubblicato sul New England Journal of Medicine.

Leggi tutto...
 
Mieloma multiplo, nuovi orizzonti di terapia da uno studio palermitano sugli esosomi
Autore: Redazione,  15 Apr 2015   

E’ stata pubblicata sulla prestigiosa rivista internazionale Oncotarget, una ricerca sul ruolo degli esosomi, rilasciati dalle cellule di Mieloma Multiplo, nella formazione di lesioni osteolitiche, condotta da un gruppo di ricercatori della Sezione di ‘Biologia e Genetica’ del Dipartimento di Biopatologia e Biotecnologie Mediche (DiBiMed) di Palermo.

Leggi tutto...
 
Mieloma multiplo, approvato da Fda panobinostat combinato con bortezomib e desametasone
Autore: Redazione,  26 Mar 2015   

E’ stato approvato dalla statunitense Food and Drug Administration (FDA) panobinostat, il primo inibitore HDAC approvato per il trattamento del mieloma multiplo, e destinato ai pazienti che hanno ricevuto almeno due precedenti terapie standard, tra cui bortezomib e un agente immunomodulante.

Leggi tutto...
 
Mieloma multiplo, carfilzomib più efficace di bortezomib in studio di fase III
Autore: Redazione,  09 Mar 2015   

I dati preliminari di un’analisi ad interim dello studio ENDEVOUR - resi noti da Amgen - evidenziano un vantaggio di 9 mesi nella progression free survival dei pazienti con mieloma multiplo trattati con carfilzomib, un nuovo inibitore del proteasoma, rispetto al primogenito della  classe, bortezomib. Nel gruppo trattato con carfilzomib, infatti, la PFS è stata di 18,7 mesi rispetto ai 9,4 mesi al gruppo trattato con bortezomib. Entrambi i farmaci erano associati a desametasone a base dosi.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 15


Informazioni Mediche

Tutte le informazioni presenti nel sito non sostituiscono in alcun modo il giudizio di un medico specialista, l'unico autorizzato ad effettuare una consulenza e ad esprimere un parere medico.

Condividi

Facebook Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Seguici su...

Seguici su Facebook Facebook