Malattia di Parkinson

La malattia di Parkinson, scoperta agli inizi del 1800 da James Parkinson, venne chiamata per oltre un secolo “paralisi agitante” e anche “morbo di Parkinson”. Colpisce in modo indistinto i due sessi e può colpire a qualsiasi età, anche se, in prevalenza, i sintomi si riscontrano in pazienti sopra i 60 anni, raramente in pazienti sopra i 40 e in casi rarissimi in persone più giovani. Si tratta di un disturbo che colpisce il sistema nervoso centrale; il sintomo generalmente più evidente è il tremore ma non basta questo per stabilire la diagnosi. Tra gli altri sintomi rigidità e lentezza nei movimenti, debolezza, problemi di equilibrio e atteggiamento ricurvo. Per approfondimenti clicca qui.



Parkinson Lab 360°: al via primo laboratorio multidisciplinare dedicato alle persone con Malattia di Parkinson
Autore: Redazione,  04 Apr 2014   

Pazienti, caregivers ed operatori sanitari uniti h24 per vivere bene con la malattia


Si chiama Parkinson Lab 360° il primo innovativo progetto educativo multidisciplinare per migliorare la qualità di vita delle persone toccate dalla malattia. Il progetto pilota che parte da Catania, alla vigilia della Giornata Mondiale del Parkinson (11 aprile), è promosso dall'associazione Azione Parkinson di Catania, con la responsabilità scientifica del Prof. Pietro Marano, Università Gabriele D'Annunzio Chieti-Pescara e Direttore Unità Operativa di Riabilitazione Casa di cura Villa dei Gerani di Catania e della Prof.ssa Maria Gabriella Ceravolo, Università Politecnica delle Marche e Direttore della Clinica di Neuroriabilitazione dell’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, con il patrocinio dell'associazione Parkinson Italia e con il contributo incondizionato di AbbVie.

Leggi tutto...
 
Morbo di Parkinson: ricercatori italiani fotografano la regione profonda del cervello colpita grazie alla Risonanza Magnetica a campo ultra alto
Autore: Redazione,  27 Mar 2014   

Lo studio pubblicato su "Radiology" è stato promosso dalla AOUP ed è stato finanziato dal Ministero della Salute e co-finanziato da Regione Toscana

Per la prima volta un gruppo di ricercatori di Pisa è riuscito a “fotografare” la struttura profonda del cervello colpita dal morbo di Parkinson. Lo studio scientifico pubblicato sulla rivista internazionale "Radiology" è stato realizzato, utilizzando la Risonanza Magnetica 7 Tesla della Fondazione IMAGO7,  unico magnete a campo ultra alto per uso sperimentale in Italia. Un apparecchio che sta aprendo nuove frontiere nella diagnosi della seconda patologia neurodegenerativa più diffusa al mondo, dopo l’Alzheimer. Parliamo della ricerca scientifica condotta da Mirco Cosottini, ricercatore della Università di Pisa e promossa dalla AOUP, con il finanziamento del Ministero della Salute e il co-finanziamento di Regione Toscana.

Leggi tutto...
 
Parkinson: il pramipexolo ER pare essere efficace e sicuro a lungo termine
Autore: Redazione,  07 Mar 2014   

La formulazione a lento rilascio (ER) di pramipexolo once-daily è efficace nel trattamento della malattia di Parkinson (PD) anche a lungo termine, questo è quanto emerge dai dati di tre differenti studi, i cui risultati sono stati analizzati in un unico articolo pubblicato sull’European Journal of Neurology. Il pramipexolo ER è un farmaco di uso consolidato, approvato dall' AIFA a luglio del 2010.

Leggi tutto...
 
Parkinson, Roche si accorda con Prothena per lo sviluppo di un nuovo farmaco sperimentale
Autore: Redazione,  16 Gen 2014   

La compagnia farmaceutica Roche ha di recente siglato un accordo con l’azienda irlandese Prothena allo scopo di ottenere i diritti di sviluppo e commercializzazione di PRX022, un farmaco sperimentale indicato per il trattamento del morbo di Parkinson. È previsto che il medicinale, un anticorpo monoclonale diretto contro la proteina denominata “alfa-sinucleina”, entri nella Fase I di studio clinico nel corso del 2014.

Leggi tutto...
 
Parkinson, da uno studio internazionale nuovi dati sul trattamento con levadopa e safinamide
Autore: Redazione,  15 Gen 2014   

 

Una ricerca internazionale, coordinato dall'Istituto Nizam di Hyderabad (India), ha fornito nuovi dati sul trattamento farmacologico dei pazienti affetti da Parkison. Lo studio, al quale hanno preso parte anche Paolo Stanzione, della Clinica Neurologica dell’Università Tor Vergata e dell’IRCCS Fondazione Santa Lucia, e Fabrizio Stocchi, responsabile del Centro per la cura e la diagnosi del Parkinson dell’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma, ha dimostrato che la somministrazione aggiuntiva  al trattamento con levodopa di safinamide al dosaggio di 50 o 100 mg/die aumenta in modo significativo il tempo totale “on” (situazione di mobilità) con disturbi discinetici assenti o non fastidiosi, diminuisce il tempo “off” (improvvisa incapacità a muoversi), e riduce i sintomi del parkinsonismo.

Leggi tutto...
 


Pagina 3 di 11

Video storia


GME 2014 - 30 anni di ricerca sull'emofilia

Orphanet-Newsletter

OrphaNews Europe, il bollettino quindicinale del Comitato dell’Unione Europea di Esperti in Malattie Rare (EUCERD), è ora anche in Italiano, grazie all’impegno di Orphanet Italia, al supporto di Genzyme Italia e alla collaborazione di MediArt promotion. Qui maggiori informazioni.

Segui O.Ma.R anche su

Blog Malattie Rare

Telemeditalia



Informazioni Mediche

Tutte le informazioni presenti nel sito non sostituiscono in alcun modo il giudizio di un medico specialista, l'unico autorizzato ad effettuare una consulenza e ad esprimere un parere medico.

Condividi

Facebook Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Seguici su...

Seguici su Facebook Facebook