1 ottobre 2014, Milano. Premio Grande Ippocrate per il Ricercatore Scientifico 2014
Autore: Redazione,  15 Set 2014   

Si svolgerà a Milano il prossimo 1 ottobre la cerimonia di consegna del Premio Grande Ippocrate per il Ricercatore Scientifico dell’anno 2014 che la Giuria assegnerà alla professoressa Flora Peyvandi per le sue ricerche sulle malattie rare del sangue condotte presso la Fondazione IRCCS Ca’ Granda, Ospedale Maggiore Policlinico di Milano.
La professoressa Flora Peyvandi è Professore Associato di Medicina Interna presso l’Università degli Studi di Milano e Direttore del Centro Emofilia e Trombosi Angelo Bianchi Bonomi e Direttore UOC Ematologia non Tumorale e Coagulopatie, Fondazione IRCCS Cà Granda, Ospedale Maggiore Policlinico di Milano. È inoltre responsabile dell’assistenza a pazienti affetti da emofilia, malattie rare della coagulazione e sindromi emorragiche e trombotiche.

Leggi tutto...
 
Craniosinostosi: combattere le malattie rare con la tecnologia 3D-printing
Autore: Alessia Ciancaleoni Bartoli,  18 Set 2014   

Un team di chirurghi plastici dell'Istituto Jawaharlal di Postgraduate Medical Education e Research (JIPMER) a Pondicherry nel sud dell'India è  riuscito a riparare il cranio deformato di una bambina utilizzando la tecnologia 3D-printing e, in particolare, un cranio 3D-stampato. Basandosi infatti su un modello 3D hanno avuto una percezione più chiara di come intervenire chirurgicamente. Per realizzare questo modello i ricercatori hanno dovuto condurre prima una TAC e poi convertirla in un file 3D, che è stato poi inviato alla stampante 3D della società Divide by Zero Technologies di Mumbai, che ha realizzato il modello.

Leggi tutto...
 
Sindrome di Pitt Hopkins: nasce l'Associazione Italiana Sindrome di Pitt Hopkins - Insieme di più
Autore: Redazione,  18 Set 2014   

Sabato 20 settembre 2014 alle ore 11.00 nella Sala Brasca del Policlinico Agostino Gemelli, in Largo Agostino Gemelli 8 a Roma, verrà presentata l'Associazione Italiana Sindrome di Pitt Hopkins - Insieme di più - ONLUS e la piattaforma 'Abilita'.
L'Associazione Italiana Sindrome di Pitt Hopkins - Insieme di più - ONLUS nasce- come si legge nella nota informativa pubblicata da UNIAMO- "per dare aiuto e sostegno: ai bambini affetti da questa sindrome; a quei genitori che hanno bisogno di confronto con chi sta vivendo la stessa situazione; alla ricerca scientifica per provare a migliorare la qualità della vita dei nostri figli".

Leggi tutto...
 
Mieloma multiplo, trattamento con bortezomib: meglio per via sottocutanea
Autore: Francesco Fuggetta,  17 Set 2014   

ROMA – A parità di efficacia fra somministrazione endovenosa e sottocutanea di bortezomib, quest’ultima è preferita dai pazienti con mieloma multiplo. Questa è la conclusione cui sono giunte le dottoresse Maria Teresa Petrucci, Paola Finsinger, Marta Chisini e Fabiana Gentilini del Dipartimento di Biotecnologie Cellulari ed Ematologia dell’Università “La Sapienza” di Roma. Per valutare l’effetto positivo sulla qualità di vita dei pazienti, le studiose hanno analizzato, in un articolo pubblicato sul giornale Patient Preference and Adherence i dati disponibili fino ad oggi, concernenti diverse strategie utilizzate per migliorare la tollerabilità del farmaco.

Leggi tutto...
 
Malattia di Creutzfeldt-Jakob: messo a punto test non invasivo per la diagnosi precoce
Autore: Alessia Ciancaleoni Bartoli,  17 Set 2014   

E’ stata pubblicata su New England Journal of Medicine la notizia che sarebbe stato messo a punto per la prima volta un test non invasivo e di facile esecuzione per diagnosticare precocemente la malattia di Creutzfeldt-Jakob (CJD).
La malattia di Creutzfeldt-Jakob è una patologia neurodegenerativa causata dalla presenza della proteina prionica PrPSc.
Fino ad ora era possibile rilevare la forma prionica solo dopo biopsia cerebrale o autopsia mentre questo nuovo test diagnostico permetterebbe di rilevare la presenza della proteina su pazienti vivi.

Leggi tutto...
 
Sindrome di stiff-man: una possibile soluzione dalle cellule staminali
Autore: Alessia Ciancaleoni Bartoli,  18 Set 2014   

Un team di  ricercatori dell'Ottawa Hospital Research Institute, guidati dal dott. Harold Atkins, hanno utilizzato il trapianto di cellule staminali su due donne con sindrome di stiff-man, anche chiamata sindrome da persona rigida, riuscendo a mettere in remissione la malattia.
La sindrome di stiff-man è una malattia rara e invalidante caratterizzata da rigidità del torace e degli arti. La presenza di anticorpi contro la decarbossilasi dell'acido glutammico (GAD) nella maggior parte dei pazienti suggerisce un'origine autoimmune.

Leggi tutto...
 
Cancro alla prostata: collaborazione Advaxis/Merck per valutare la combinazione ADXS-PSA-pembrolizumab
Autore: Redazione,  18 Set 2014   

Le società farmaceutiche Advaxis e Merck hanno dato il via ad una collaborazione con lo scopo di studiare la combinazione del farmaco ADXS-PSA (Lm-LLO cancro immunoterapia) di Advaxis e pembrolizumab (anticorpo anti-PD-1) di Merck.
Lo studio clinico di fase 1/2 valuterà la sicurezza e l'efficacia dell'uso ADXS-PSA in monoterapia e in combinazione con pembrolizumab ed ha coinvolto pazienti che avevano precedentemente ricevuto un trattamento per il carcinoma metastatico della prostata resistente alla castrazione.
Entrambi i trattamenti appartengono alla nuova classe delle immunoterapie e sono progettati per rafforzare le difese del corpo nella lotta contro il tumore.

Leggi tutto...
 
Ipertensione polmonare: risultati positivi per la terapia di prima linea combinata ambrisentan/ tadalafil
Autore: Redazione,  17 Set 2014   

Secondo i dati dello studio AMBITION presentati dal Prof. Nazareno Galiè, esperto nella cura dell’Ipertensione polmonare, in occasione del Congresso della European Respiratory Society, la combinazione dei farmaci ambrisentan / tadalafil ridurrebbe del 50% i fallimenti clinici relativi a questa malattia.
Nello studio, la combinazione di 10 mg di ambrisentan e 40 mg di  tadalafil ha ridotto del 50% il rischio di fallimento clinico rispetto ai due farmaci in monoterapia (hazard ratio = 0,502; IC 95%: 0,348, 0,724; p=0,0002).

Leggi tutto...
 
Sindrome di Rett: al via la campagna solidale a favore della ricerca
Autore: Redazione,  17 Set 2014   

E' partita il 14 settembre scorso e sarà attiva fino al 5 ottobre la campagna SMS solidale organizzata dall’AIRETT (Società Italiana Sindrome di Rett) per raccogliere fondi indispensabili per la ricerca sulla Sindrome di Rett.
Donando 2 euro con un SMS al 45509 o 2 o 5 euro con una chiamata da rete fissa è possibile sostenere attivamente la ricerca.
L'invitio dell'AIRETT è quello di collaborare per diffondere questo messaggio solidale, amplificando questa importante iniziativa con l’utilizzo di tutti quegli
strumenti di comunicazione ormai comuni nella vita quotidiana di ognuno: MS - e-mail – Facebook –Twitter – WhatsApp - MySpace – Linkedln, strumenti che permettono di entrare in contatto con parenti, amici, colleghi e conoscenti, invitandoli a fare altrettanto, sostenendo così la ricerca su questa rara malattia.


 


Pagina 1 di 25


Informazioni Mediche

Tutte le informazioni presenti nel sito non sostituiscono in alcun modo il giudizio di un medico specialista, l'unico autorizzato ad effettuare una consulenza e ad esprimere un parere medico.

Condividi

Facebook Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Seguici su...

Seguici su Facebook Facebook