Italian English French Spanish

Attualità

Roma – Nel nostro Paese l’ictus cerebrale è la terza causa di morte, dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie, causa il 10%-12% di tutti i decessi per anno e rappresenta la principale causa d’invalidità. Quasi 200.000 italiani ne vengono colpiti ogni anno e la metà dei superstiti rimane con problemi di disabilità anche grave. In Italia le persone che hanno avuto un ictus e sono sopravvissute, con esiti più o meno invalidanti, sono oggi circa 940.000, ma il fenomeno è in crescita, anche a causa dell’invecchiamento progressivo della popolazione. Da tutto ciò scaturisce un rilevante peso per le famiglie, per le risorse allocate in sanità e per la società intera, onere che può protrarsi anche per decenni, considerando che non sono pochi i soggetti colpiti dalla malattia anche in età non avanzata.

Milano – Quale occasione migliore del Natale per condividere buoni propositi, esperienze e progetti? I portatori di stomia della Federazione Associazioni Incontinenti e Stomizzati (FAIS Onlus), l’Associazione Lombarda Stomizzati e Incontinenti (ALSI) e gli infermieri Stomaterapisti del gruppo Gesto sottolineano la necessità di dare voce al portatore di stomia e sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sull’importanza di un’assistenza specializzata.

Le travagliate vicende della società SharDna, nata per scoprire i segreti dei centenari d'Ogliastra: dal fallimento alla svendita a un'azienda biotech inglese, dal furto mai avvenuto al blocco dei dati personali da parte del Garante

CAGLIARI – Svenduti per pochi euro, poi persi o rubati, infine ritrovati, ora bloccati. È la vicenda, circondata da un alone di mistero, dei dati genetici di 13mila persone residenti in Ogliastra, la regione della Sardegna con una popolazione di centenari fra le più elevate del pianeta. Una delle cosiddette “blue zone”, le terre della longevità: qui vivono infatti i fratelli Melis di Perdasdefogu, che per anni hanno detenuto sul Guinness dei Primati il titolo di famiglia più longeva del mondo.

Roma - È la forma di tumore più diffusa tra le persone di sesso maschile tra i 15 e 40 anni di età. Ma nel tumore del testicolo molto è cambiato in questi anni: tecniche di imaging che lo identificano precocemente, modalità chirurgiche che risparmiano l’organo e crioconservazione del seme a garanzia della futura fertilità, hanno rivoluzionato l’approccio terapeutico e l’aspettativa di vita dei pazienti. Oggi, a 10 anni dalla diagnosi, la guarigione viene raggiunta nel 90% dei casi.

Roma – Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, annuncia il vincitore della seconda edizione del Premio per il miglior progetto di management multidisciplinare dei tumori della testa e del collo. Ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento, promosso dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) e sostenuto da Merck, è stato il Dottor Paolo Bossi, con il progetto dal titolo “La personalizzazione della scelta terapeutica nei pazienti anziani con carcinoma localmente avanzato del distretto testa-collo”.

Milano – Takeda Italia si aggiudica il “Le Fonti Awards 2016” per la categoria Digital Team dell’Anno, grazie al progetto “Takeda Digital Bootcamp”: un premio per l’innovazione e la formazione digitale, che colloca l’azienda come eccellenza nel panorama dell’industria farmaceutica italiana.

Il Vice-Direttore di Rai Fiction, Francesco Nardella, ha ritirato il premio durante la cerimonia tenutasi al Senato
Il Premio è stato riconosciuto per la correttezza, l’approfondimento e l’equilibrio con cui i “daily drama” hanno affrontato il tema della diagnosi e della presa in carico di una neonata affetta da una malattia rara. 

Al “Un posto al sole” di Rai3, il più seguito e longevo “daily drama” televisivo italiano, è stata attribuita oggi la speciale “Menzione della Giuria” del Premio Giornalistico Omar per le malattie e i tumori rari. Questa mattina, nel corso della cerimonia tenutasi al Senato presso la Biblioteca Spadolini – Sala degli Atti Parlamentari, la Giuria - composta da rappresentanti di Osservatorio Malattie Rare (Omar), Fondazione Telethon, Orphanet, Centro Nazionale Malattie Rare - ISS e Uniamo FIMR Onlus - ha attribuito il riconoscimento questa mattina nelle mani del vice-direttore di RAI Fiction, Francesco Nardella.



News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Amedeo Cencelli, 59 - 00177 Roma | Piva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan





Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni