Algodistrofia

L’algodistrofia è una malattia rara che esordisce, nella sua principale manifestazione, con un dolore spesso regionalizzato a livello degli arti (mano -spalla oppure piedi) e resistente ai comuni antidolorifici. In alcuni casi, ma non sempre, l’esordio è conseguente ad un evento traumatico, ma la gravità del dolore e l’andamento della malattia non sono correlati alla gravità del trauma originario.
Il dolore è in genere associato ad edema e dall’esame radiologico può comparire una osteoporosi localizzata, che in genere regredisce con il regredire della malattia. La malattia è nota da oltre 100 e nel mondo anglosassone viene identificata prevalentemente con il termine di  sindrome complessa da dolore regionale (CRPS) distinta in tipo 1 e tipo 2.
L’algodistrofia non è inclusa nell’elenco delle malattie rare esenti. (Clicca qui per gli approfondimenti).



Algodistrofia, la diagnosi è difficile ma esiste una terapia efficace
Autore: Ilaria Ciancaleoni Bartoli,  12 Mar 2014   

Un grave dolore  associato a edema alla  mano o al piede potrebbero essere i sintomi di una rara patologia dalle cause ancora non completamente conosciute. Si tratta dell' algodistrofia,  una sindrome dolorosa che si manifesta spesso, ma non sempre, in seguito a un trauma, anche se la severità della malattia non è mai proporzionale alla gravità dell’evento traumatico. L’incidenza della malattia non è nota: alcuni studi riportano riscontri di circa 25 nuovi casi per 100.000/anno. Colpisce maggiormente le donne di mezza età, ma sono noti anche molti casi maschili e pediatrici.

Leggi tutto...
 
Algodistrofia, risultati incoraggianti per la terapia con neridronato da un nuovo studio italiano
Autore: Redazione,  11 Nov 2013   

La patologia è caratterizzata da un dolore acuto resistente agli antidolorifici tradizionali

Un nuovo trattamento per il dolore potrebbe migliorare la vita dei pazienti affetti da algodistrofia. La nuova speranza arriva dai bisfosfonati, la famiglia di farmaci comunemente impiegati nella cura dell’osteoporosi.
Una caratteristica dell’algodistrofia, il cui sviluppo viene ricondotto a un disturbo circolatorio locale a livello dell’osso interessato, con conseguente carenza di ossigeno nell’osso colpito e acidosi, è proprio la presenza nel segmento osseo di una severa osteoporosi.

Leggi tutto...
 
Algodistrofia, la Ketamina potrebbe essere una terapia, ma vanno studiati gli effetti collaterali
Autore: Ilaria Vacca,  10 Feb 2012   

Secondo uno studio recentela ketamina potrebbe essere un farmaco efficace nella Sindrome da dolore regionale complesso (CRPS) .
Abbiamo chiesto il parere del dott. Massimo Varenna, dell'Istituto Ortopedico Gaetano Pini di Milano.
"La strada per definire 'indiscussa' l'utilità della Ketamina è ancora lunga e ci sono limitazioni legate agli effetti collaterali"

L'algodistrofia, o Sindrome da dolore regionale complesso (CRPS) di tipo 1  è una condizione di dolore cronico provocato da lesioni dei tessuti molli o dei tessuti ossei che interessa il più delle volte mani o piedi. La CRPS si manifesta in due diverse tipologie: di tipo I, o di tipo II  in cui il dolore è associato ad alterazioni vegetative e/o trofiche (sudorazione, alterazioni vasomorie, atrofia cutanea ossea,alopecia, contratture articolari). Al momento una terapia specifica non c'è, anche se ci sono degli studi farmacologici in corso, e ci si orienta soprattutto sull'uso di alcuni bisfosfonati. C'è tuttavia un'altra molecola che potrebbe avere una efficacia terapeutica: la Ketamina, più  nota alla 'cronaca' per l'abuso che ne viene talvolta fatto utilizzandola come sostanza stupefancente che per i suoi pur esistenti usi medici.

Leggi tutto...
 
Algodistrofia, colpisce di più gli uomini e solo la metà riesce, tra riabilitazioni e farmaci, a tornare al lavoro
Autore: Ilaria Vacca,  26 Mar 2013   

All’origine del dolore continuo c’è spesso un trauma

L’algodistrofia, conosciuta anche come Sindrome da Dolore Regionale Complesso (CRPS), è una rara malattia multisistemica e multisintomatica le cui cause sono ancora sconosciute.
Un recente articolo pubblicato su BMC Neurology ha chiarito alcuni aspetti diagnostici e prognostici della malattia, in particolare della CRPS di tipo 1 in forma parziale, con interessamento di un massimo di tre dita della mano. Gli arti – mani e piedi – sono, infatti, le parti del corpo colpite dalla patologia.

Leggi tutto...
 
Algodistrofia, questa sconosciuta. Facciamo il punto con il dott. Massimo Varenna
Autore: Ilaria Ciancaleoni Bartoli,  03 Nov 2011   

Girando in rete o nei forum dei pazienti  capita di imbattersi in siti o domande che riguardano una malattia che viene comunemente chiamata Algodistrofia e che è caratterizzata da un forte dolore localizzato il più delle volte a livello della mano del piede e che non passa con i più comuni antidolorifici e antinfiammatori. Quando, e non sempre accade, le domande trovano una risposta, non è raro che questa sia basata su convinzioni vecchie e nozioni imprecise. Per questo abbiamo deciso di fare il punto della situazione con il dottor Massimo Varenna, Responsabile U.O. Centro Diagnosi e Terapia Patologie Osteometaboliche dell’Istituto Ortopedico Pini di Milano, uno dei massimi conoscitori di questa patologia. Varenna ha infatti pubblicato sull’ultimo numero del Giornale Italiano di Ortopedia e Traumatologia una revisione completa delle conoscenze sulla malattia.

Leggi tutto...
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 2

Video storia


GME 2014 - 30 anni di ricerca sull'emofilia

Orphanet-Newsletter

OrphaNews Europe, il bollettino quindicinale del Comitato dell’Unione Europea di Esperti in Malattie Rare (EUCERD), è ora anche in Italiano, grazie all’impegno di Orphanet Italia, al supporto di Genzyme Italia e alla collaborazione di MediArt promotion. Qui maggiori informazioni.

Segui O.Ma.R anche su

Blog Malattie Rare

Telemeditalia



Informazioni Mediche

Tutte le informazioni presenti nel sito non sostituiscono in alcun modo il giudizio di un medico specialista, l'unico autorizzato ad effettuare una consulenza e ad esprimere un parere medico.

Condividi

Facebook Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Seguici su...

Seguici su Facebook Facebook